Comunicazione di Servizio del 2 dicembre 2003 prot. n. 1609

C.C.N.L. Scuola 24/7/2003 - Art. 82 comma 1 e art. 83 comma 2 - Individuazione e quantificazione delle risorse da destinare alla composizione del Fondo dell'istituzione scolastica

L'art. 82 - 1° comma del C.C.N.L. comparto Scuola, sottoscritto il 24/7/2003, definisce le risorse complessive per il finanziamento del Fondo dell'istituzione scolastica (di seguito Fis) a decorrere dall'1/1/2003.
Il successivo art. 83 - 2° comma - riassume, tra l'altro, le fonti contrattuali che contribuiscono alla formazione delle risorse Fis di cui al citato art. 82.
Il comma 5 del medesimo art. 83 stabilisce che le parti firmatarie del C.C.N.L. definiranno nuovi criteri per la distribuzione delle risorse complessivamente finalizzate al Fis.
In attesa che si concluda il confronto negoziale sopra indicato ed al fine di fornire uno strumento di ausilio per la determinazione delle risorse costituenti il Fis delle singole istituzioni scolastiche, con decorrenza 1/1/2003, sono state predisposte due schede riepilogative - allegati A e B - nelle quali sono indicate le fonti normative da cui discendono i finanziamenti, i parametri per la ripartizione delle risorse e le modalità per il calcolo. Nell' allegato A sono riportate le voci per la determinazione del Fis riferito a tutte le istituzioni scolastiche, mentre nell' allegato B sono riportate quelle da applicare, in aggiunta alle voci dell' allegato A, a particolari tipologie di istituzioni scolastiche.
Si precisa che i parametri, di cui alla seconda colonna delle schede allegate, sono calcolati al lordo dipendente (o tabellare) ed al netto degli oneri a carico dello Stato (Inpdap 24,20% + Irap 8,50%), mentre i parametri della terza colonna sono determinati sia al netto degli oneri a carico dello Stato che al netto degli oneri a carico del dipendente (Inpdap 8,75% + Fondo credito 0,35%) ed al lordo dell'Irpef (imponibile fiscale).
Le risorse costituenti il Fis sono altresì alimentate, sulla base dei relativi fabbisogni comunicati dalle istituzioni scolastiche, per retribuire:

compensi per l'indennità di amministrazione ai sostituti dei Dsga di cui alla lettera h) dell'art. 86 del vigente Contratto [C.C.N.I. 31/8/1999 - art. 28, comma 4, che richiama l'art. 27, comma 6, punto B, lettera b), che a sua volta richiama l'art. 34, comma 3 -];
la quota variabile dell'indennità di amministrazione spettante ai Dsga di cui alla lettera i) dell'art. 86 del vigente Contratto;
compensi per indennità di bi/trilinguismo, nell'ipotesi in cui per gli stessi fini non sia già erogata da soggetti diversi dal Miur [C.C.N.I. 31/8/1999 - art. 28, comma 4, che richiama l'art. 27, comma 6, punto B, lettera c) -] - solo per le scuole lingua slovena;
compensi per l'indennità di lavoro notturno e/o festivo [C.C.N.I. 31/8/1999 - art. 28, comma 4, che richiama l'art. 27, comma 6, punto B, lettera d) -] - solo per convitti ed educandati.

Il Fis, determinato in relazione alle configurazioni delle singole istituzioni scolastiche, è integrato dai finanziamenti indicati al comma 3 dell'art. 83 del vigente C.C.N.L., di seguito riportato:

"3. Il fondo è inoltre alimentato:

a) dai finanziamenti previsti dalle vigenti disposizioni e da tutte le somme introitate dall'istituto scolastico finalizzate a compensare le prestazioni aggiuntive del personale, ivi comprese quelle derivanti da risorse dell'Unione Europea, da enti pubblici o soggetti privati;
b) dalle eventuali economie di cui all'art. 22, comma 6, della legge 28 dicembre 2001, n. 448".

L'ammontare del Fis, definito sulla base dei parametri di cui agli allegati A e B, è destinato a finanziare le indennità e i compensi previsti dall'art. 86 del vigente C.C.N.L. al personale docente, educativo ed Ata.
Si rappresenta, infine, che gli oneri derivanti dagli istituti contrattuali non rientranti tra quelli indicati nel suddetto art. 86 trovano specifica copertura nello stanziamento del capitolo di bilancio denominato "Compensi ed indennità per il miglioramento dell'offerta formativa", iscritto sotto ogni Centro di responsabilità regionale.
La presente comunicazione di servizio, con la quale sono sostituite le disposizioni di cui alla circolare n. 107 del 7/6/2001, è stata predisposta d'intesa tra la Direzione Generale del Personale della Scuola e dell'Amministrazione ed il Servizio per gli Affari Economico-Finanziari e viene inserita nel sito intranet di questa Amministrazione.

IL CAPO DIPARTIMENTO
Pasquale Capo

HOME Home Page

Web Counter dal 1/5/1999 Visite dal 1/5/1999